12 Giugno 2024

Morchiaio di Tenuta Maryamado: un legame di Luce e Terra

L’olio extravergine d’oliva Morchiaio prodotto da Tenuta Maryamado cattura l’essenza della Toscana con un’intensità e una purezza che ricorda il leggendario “Diamande” del Granduca Ferdinando I de’ Medici.

Nelle verdi distese della Toscana, dove il tempo sembra fluire con un ritmo più dolce, si cela un tesoro dall'inestimabile valore, simbolo di una tradizione antica e di una modernità consapevole: l'olio extravergine d’oliva Morchiaio, prodotto da Tenuta Maryamado. Questa preziosa essenza evoca in me il “Diamante del Granduca”, unico nel suo genere per la sua brillantezza e la sua affascinante storia. Così come il diamante, frutto dell'arte orafa dell’epoca e simbolo di potere e bellezza dei Medici, l'olio Morchiaio incanta per il suo colore vivido arricchendo il palato di chi lo assaggia con un'esperienza sensoriale senza pari, frutto di secoli di saggezza agricola e di un'innovazione rispettosa del passato.

 

Un po’ di storia: nel 1601, Ferdinando I de’ Medici acquista un diamante grezzo eccezionale, trasformato da Pompeo Studendoli nel 1615 in un gioiello straordinario, donato poi da Cosimo II de’ Medici a sua moglie Maria Maddalena von Habsburg. Il gioiello diventa un simbolo di splendore immortalato in ritratti dell’epoca. Sebbene perduto nel XX secolo, una fedele riproduzione di Paolo Penko è esposta al Museo di Palazzo Medici Riccardi di Firenze.

 

Il Diamante del Granduca, con la sua storia di maestria artigianale e di eccellenza, un po’ mi ricorda le pratiche di produzione dell'olio Morchiaio, dove la tradizione dell'olivicoltura toscana si fonde con tecniche innovative, per dare vita a un extravergine di oliva senza pari.

Le olive della pregiata varietà Morchiaio sono curate con dedizione e consapevolezza del ruolo di sublime incarnazione del terroir toscano, capace di bilanciare armonicamente aroma e amarezza in un olio dall'intensità verde medio/intensa.

 

L’olio prodotto, con le note fresche di foglia, erba aromatica e frutta acerba, e il gusto intenso e persistente, non è solo un prodotto di eccellenza, ma diviene simbolo di una terra ricca di storia, cultura e passione. Le prime note che accarezzano il naso sono quelle più verdi, composte da accenti di erba aromatica, evocando i ricordi di una passeggiata tra gli uliveti al sorgere del sole. Al palato, l'olio si presenta con una bella dose di acidità, che traduciamo in freschezza, un amaro medio-intenso che danza sulle papille gustative, ai lati nel fondo del nostro palato, seguito da un piccante persistente ed intenso che lascia un segno indelebile. Insomma, non lo dimenticherete di certo!

 

La filosofia di Tenuta Maryamado nella produzione di questo grande olio extravergine d’oliva si fonda su tre principi inalienabili: salvaguardare, mantenere e conservare. Ogni fase della produzione, dalla cura dell'oliveto fino all'imbottigliamento, è guidata da un profondo rispetto per la biodiversità e per il ciclo naturale delle piante. La scelta di pratiche agricole sostenibili e l'attenzione alla biodiversità non sono solo una promessa, ma una realtà tangibile che si manifesta in ogni goccia d'olio prodotta. Un impegno riconosciuto con l’appellativo di “Presidio Slowfood” nel 2023.

 

La storia di Morchiaio, con le sue sfide contro malattie delle piante, cambiamenti climatici e le mutevoli preferenze dei consumatori, è una testimonianza della resilienza e dell'avanguardia di Tenuta Maryamado. Preservando un ricco patrimonio genetico delle olive e valorizzando varietà un tempo oscure, Tenuta Maryamado non solo mantiene viva la qualità, ma apre nuove strade per l'oliocultura di domani.

 

Adua Villa

Autore

Adua Villa

Adua Villa è una giornalista, scrittrice e sommelier. Racconta i suoi viaggi nel mondo del food & wine attraverso i social media e i magazine. Online è @globetrottergourmet.

Iscriviti alla
nostra newsletter